L'importanza del rapporto credito/venditore nella stipulazione di un mutuo

L'importanza del rapporto credito/venditore nella stipulazione di un mutuo

Valori Mutuo New Concept Advisory

Un parametro usato nei mutui

Il rapporto credito/valore in un contratto di mutuo, rappresentato dal Loan to Value, è un parametro fondamentale, utilizzato dalle banche per decidere se concedere o no un mutuo a un proprio cliente.

La definizione

Con Loan to Value si definisce il rapporto tra credito concesso e valore della proprietà che il risparmiatore utilizza come garanzia nel momento in cui sta per stipulare un contratto di mutuo con una banca. Questo valore, classificato brevemente come LTV, è di fondamentale importanza per gli istituti di credito e spesso è anche grazie ad esso che decidono se concedere o no un mutuo a un proprio cliente.

Il senso dell’LTV è quello di indicare il rischio per la banca e il creditore in un contratto di mutuo. Più il valore è alto, maggiori sono i rischi assunti dalla banca nel contratto e anche i costi richiesti al cliente aumentano. Più il valore è basso, invece, più il mutuo è sicuro e i rischi limitati. In termini tecnici, un LTV superiore all’80% indica un contratto con percentuale di rischio troppo elevata, mentre valori minori all’80% indicano un mutuo mano a mano più soddisfacente e ipoteticamente sicuro.

Essendo un parametro finanziario, c’è da precisare che l’LTV potrebbe essere usato in altri ambiti. Ma, principalmente, viene usato nell’acquisto di casa, per determinare il rapporto diretto tra valore dell’immobile richiesto e prestito necessario.

Perché questo valore è importante

Le implicazioni di questo valore, quindi, riguardano la risposta che presumibilmente darà la banca, davanti a una richiesta di mutuo. Con un LTV alto, l’istituto di credito sa che c’è poca probabilità che il cliente sia in grado di ripagare l’intera somma del prestito richiesto. Quindi, molto probabilmente, rifiuterà di stipulare il contratto. Anche se la banca può recuperare l’immobile in caso di mancati pagamenti, potrebbe avere difficoltà nel rivendere nell’immediato il bene. Per questo motivo, avrebbe una perdita. Per cui la banca punterà sempre a ricercare un LTV basso nei mutui, per far sì di avere meno rischi.

Anche alle offerte a basso tasso d’interesse è legato il valore LTV. Infatti le banche possono proporre mutui con tassi vantaggiosi, ma spesso lo fanno solo se l’LTV è inferiore all’80%. Comunque questo valore non vieta categoricamente l’accettazione di un’accensione di mutuo. Ma sicuramente farebbe alzare, e non di poco, i costi sostenuti da un cittadino. Ad esempio, un risparmiatore con un Loan to Value del 95% che ottiene un contratto di mutuo, può avere interessi maggiorati fino all’1% rispetto a un mutuatario con un Loan to Value del 75%.

Il cittadino deve sapere

Per un consumatore, è importante sapere quali sono i comportamenti delle banche nel momento in cui si va a richiedere un mutuo. Per questo motivo, essere a conoscenza del valore LTV può essere fondamentale, per cercare di risparmiare qualcosa.

Non fatevi ingannare dalle banche. Se avete problemi nei vostri conti, contratti finanziari o mutui, non esitate a chiamarci: 0375-833181.


Fonte

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *