Home Banking: le 10 regole per navigare sicuri

Home Banking: le 10 regole per navigare sicuri

Home Banking regole New Concept Advisory

Home Banking: il nuovo modo di gestire i propri conti online

Grazie all’avvento della tecnologia, le banche continuano ad utilizzare maggiormente il sistema di Home Banking. In questo modo, è possibile eseguire numerose operazione bancarie comodamente da casa o dal cellulare.

Le preoccupazione sulla sicurezza

Stare a casa e poter controllare lo stato dei propri conti. Davanti al computer o comodamente sul divano, utilizzando un tablet o uno smartphone. La tecnologia sta facendo passi da gigante, e le banche subito si stanno adeguando. Infatti l’operazione di digitalizzazione degli istituti di credito avanza sempre più velocemente, tanto che ora serve sempre meno presentarsi agli sportelli. Ma sono ancora molti gli italiani che diffidano di questi sistema, per paura di subire attacchi da parte di hacker, che potrebbero svuotare i propri conti.

Come comportarsi a riguardo? Quali sono i metodi più sicuri per navigare in rete tramite Home Banking? Bisogna prima di tutto specificare che negli ultimi anni le banche hanno aumentato notevolmente i livelli di sicurezza delle proprie applicazioni e siti, per dar modo ai clienti di navigare in maggiore sicurezza. Inoltre Abi Lab ha recentemente stilato 10 regole per attuare una navigazione sicura e affidabile ed evitare di subire danni durante l’Home Banking.

Le dieci regole per una navigazione sicura

Ecco qui di seguito le dieci regole stilate da Abi Lab per una navigazione sicura durante l’Home Banking:

  1.  Prima regola è diffidare da qualsiasi richiesta di dati relativi a carte di pagamento, chiavi di accesso all’home banking o altre informazioni personali ricevute su qualsiasi canale digitale. Gli istituto di credito, infatti, non chiameranno, né ci contatteranno per chiederci le nostre password.
  2.  Non cliccate sui link che vi arrivano per email o sms. Dunque, quando abbiamo bisogno di connetterci al sito possiamo farlo inserendo direttamente l’indirizzo nella barra di navigazione. Possiamo anche utilizzare su smartphone e tablet le app apposite.
  3.  Verificare, sempre e comunque, il nome del sito della Banca nella barra di navigazione. È sempre bene controllare l’autenticità della connessione: quindi, se il nome è presente, “clicca” due volte sull’icona del lucchetto (o della chiave) in basso a destra nella finestra di navigazione e verifica la correttezza dei dati che vengono visualizzati.
  4. Controlla spesso i movimenti che vengono effettuati. Potresti chiedere al tuo istituto di credito la possibilità di ricezione di un messaggio o una mail quando viene effettuato un pagamento o un prelievo.
  5. Qualsiasi anomalia tu possa riscontrare nei servizi di home banking, puoi rivolgerti alla tua banca, che potrà darti informazioni utili.
  6.  Non scaricare documenti e programmi in allegato. Diffida di qualsiasi messaggio, anche se apparentemente autentico, ricevuto tramite e-mail, sms, social network, etc.
  7. Installa e mantieni aggiornati software di protezione (antivirus e antispyware), ed effettua delle scansioni periodiche del tuo hard disk.
  8. Aggiorna il sistema operativo e gli applicativi del computer.
  9. Installa sui dispositivi solo programmi di cui puoi verificare la provenienza.
  10.  Controlla sempre le prestazioni del tuo computer: Rallentamenti, apertura di finestre non richieste, ecc. possono essere sintomo della presenza di un virus nel computer

Il futuro sarà in digitale

Secondo un analisi della Juniper Research, dal titolo “Retail Banking: trasformazione digitale & Disruptor Opportunities 2017-2021”, entro il 2021 saremo letteralmente invasi dal sistema Home Banking. Circa 3 miliardi di utenti potranno accedere ai servizi bancari al dettaglio tramite strumenti elettronici. Smartphone, Tablet, PC ed addirittura smartwatches.

Possiamo concludere che il digital banking piace ai consumatori. Tanto che, nel futuro, le filiali fisiche dovranno adeguarsi a riguardo. Si prospetta, infatti, la chiusura di molte filiali. Inoltre gli sforzi dei funzionari dovranno concentrarsi su operazioni in digitale, per aiutare sempre più i clienti. Ci sarà, nel giro di pochi anni, un vero proprio cambio di predominio: da istituti fisici a operazioni digitali.

La tecnologia è attualmente il grande elemento di differenziazione per tutti i tipi di banche; comprese le banche tradizionali e le cosiddette banche sfidanti. Gli investimenti in digital banking hanno raggiunto livelli record nel 2016 e le banche tradizionali si prevede che concentreranno tutti i prossimi sforzi nella trasformazione digitale “. Così ha commentato Nitin Bhas, ricercatore dei sistemi digitali finanziari.

Paragrafo di chiusura

Questa analisi delle nuove tecnologie, mette in risalto come il mondo delle banche stia cambiando. Niente più continui spostamenti fisici in banca: ora si potrà fare tutto da casa.

L’unica nota, però, è stare attenti a chi vuole rubare i vostri soldi. E ricordate, se avete problemi nei vostri conti, contratti finanziari o mutui, non esitate a chiamarci: 0375-833181.


Fonte

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *